Rino Gaetano: sono 35 anni dalla sua morte

Il 2 giugno del 1981 moriva in un incidente stradale della Capitale l’indimenticabile cantautore italiano Rino Gaetano. Le sue canzoni, poco complesse nella forma, arrivano facilmente a chi le ascolta: raccontava di scriverle in modo improvviso, ad esempio nel corso di una gita o di un viaggio. La partecipazione al Festival di Sanremo nel 1978 con la canzone Gianna contribuì al successo di questo cantautore di origini calabresi, che arrivò terzo, dopo Anna Oxa, seconda, e i Matia Bazar, primi classificati.

rino gaetano Prima di quel Sanremo Rino Gaetano aveva già pubblicato altri tre album e poi ne seguirono altri tre, ai quali bisogna aggiungere un Qdisc con quattro canzoni (1981) e numerosi 45 giri. Il Qdisc, intitolato Qconcert, è un disco dal vivo realizzato insieme a Riccardo Cocciante e New Perigeo. Inoltre, dopo la sua morte, sono state pubblicate diverse antologie.

A distanza di tanti anni dalla scomparsa di Rino Gaetano la sua musica è viva e attuale e nuove generazioni di giovani lo riscoprono, anche per la sua originalità. Fra i suoi brani più apprezzati, oltre a Gianna, ricordiamo anche Nuntereggae più, Mio fratello è figlio unico, E io ci sto, Aida, A mano a mano, E Berta filava, Ma il cielo è sempre più blu Aida. 

Precedente Vorrei scrivere di vari argomenti Successivo MASTERS OF MAGIC: DAL 2 GIUGNO SU CANALE 5